LA PILLOLA ABORTIVA (RU-486)
 

La pillola abortiva RU-486 contiene una sostanza chiamata Mifepristone che è un antiprogestinico che blocca i recettori del progesterone, ormone per eccellenza della gravidanza.

Possiamo allora realizzare l’aborto di forma chirurgica o di forma farmacologica, cioè, solamente con pastiglie.

Si può abortire con pastiglie (Mifepristone + Mifepristol) fino alle 9 settimane di gestazione. Il primo giorno si somministra la Mifepristona per via orale e 48 ore dopo si applica il Misoprostol per via vaginale o buccale. Questa modalità d’aborto si può realizzare in alcuni casi nella casa della donna sotto controllo medico, anche se è preferibile che si faccia in clinica.

L’aborto farmacologico presenta i seguenti vantaggi: è meno invasivo (non c’è bisogna di introdurre nessuno strumento nella cavità uterina), è meno traumatico tanto fisicamente quanto psicologicamente, e da una maggiore autonomia e indipendenza alla donna, poiché c’è lei stessa chi se provoca l’aborto mediante l’ingestione o la collocazione delle diverse pastiglie.

L’unico inconveniente che possiamo attribuire a questo metodo è che ha un margine d’errore del 1-2%, che si risolva facendo un’aspirazione; di conseguenza, a volte può essere un po’ più lento dell’aborto chirurgico, a causa delle emorragie e del numero de visite.

I due farmaci che si utilizzano in questo metodo non hanno nessun effetto secondario importante e hanno un’efficacia abortiva del 97-99%.

 

  • Salvador Guinot nº 14. 46017 Valencia SPAIN - (0034) 96 358 60 20
  • Paseo Ribalta nº 13 Bajo. 12001 Castellón SPAIN - (0034) 96 425 37 33
  • Telefono: (0039) 345298413
mediterraneamedica@yahoo.es
FACEBOOK Twitter
© 2003 Mediterránea Médica. Todos los derechos reservados. All rights reserved.